Mini Countryman

2012-06-15 Mini CountrymanMini Countryman

Qualche tempo fa ho avuto modo di provare per un migliaio di chilometri una Mini Coutryman. Il modello era il Cooper D a due ruote motrici con cambio automatico, contrariamente alla versione manuale che dispone del 1,6 diesel PSA con l’automatico viene adottato il più grande 2 litri diesel sempre con 111cv ma di origine Bmw accoppiato al cambio automatico a 6 rapporti.

L’abbinamento è un po’ particolare, dietro questo scelte ci devono sicuramente essere esigenze produttive come ad esempio l’impossibilità di produrre motori 1,6 diesel in numero sufficiente da parte di Ford-PSA o forse nell’impossibilità di abbinare il parco 1,6 diesel al cambio automatico, non credo infatti che sarebbe stato mortificato dall’abbinamento con il cambio automatico visto che dispone della medesima coppia massima, per di più allo stesso regime! La verve e i consumi contenuti che contraddistinguono il conosciuto 2,0 litri bavarese sembrano non essere caratteristiche di questa versione anche perché la coppia massima è limitata a 270Nm (contro i 305 della versione Cooper SD sempre a 1750 giri/minuto), risultano evidenti limitazioni imputabili al cambio automatico scelto più che al motore.

Non si tratta tanto di prestazioni massime sullo zero-cento sebbene, quanto dell’elasticità di marcia e della necessità di affondare il piede per avere riprese adatte allo spirito dell’auto (o del brand?). Come detto buona parte di queste sensazioni sono sicuramente dovute al cambio automatico che probabilmente risulta essere della Zf ed è di vecchia concezione, avendo un elevato slittamento durante le partenze (quindi senza frizione per il blocco del convertitore idraulico). Ovviamente i consumi ne risentono e sono, come altre Bmw, estremamente distanti dai dati dichiarati: se nel misto i rilievi ufficiali parlano di 15 km/l i miei rilevamenti manuali non superano i 10 in città e i 12km/l in autostrada (e chi mi conosce sa che ho un piede abbastanza leggero).

Un peccato che Bmw non disponga per quest’auto di un cambio a doppia frizione, perché sarebbe adattissimo all’indole di questa Mini e avrebbe permesso sia una maggior velocità degli innesti sia una una coppia massima sensibilmente superiore (o ad un regime inferiore), così da abbinarsi meglio all’indole dell’auto. Infatti sebbene l’impostazione sia da Suv, a livello dinamico l’auto ricorda abbastanza fedelmente la classica Mini: la tenuta laterale è elevata e così la rapidità nei cambi di direzione, il tutto anche grazie alla generosa gommatura da 225 millimetri barra 18 dell’esemplare in prova. Le conseguenze si sentono sia in termini di consumi che di elevata rumorosità autostradale che penalizza notevolmente il comfort. Ovviamente con gomme di questo calibro anche le buche si sentono veramente tanto, l’accelerazione verticale è elevata ma le oscillazioni sono smorzate prontamente da smorzatori molto fermi. L’assetto è infatti rigido e sulle nostre strade si paga tutta questa rigidità, anche in termini di efficacia nella guida allegra visto che i pneumatici sono runflat.

Passiamo agli interni dove l’ambiente Mini si riconosce subito con plastiche belle anche se un po’ dure in alcuni punti, i sedili risultano essere abbastanza corti nella seduta e rigidi come da tradizione Bmw, purtroppo se nelle vetture bavaresi il problema lo si può risolvere con gli interni in pelle (nei quali spesso sono compresi i sedili con regolazioni della seduta sia un lunghezza che nel basculamento), nella Mini anche con gli interni in pelle non sono previste tali possibilità come dimostrato dall’esemplare in prova. Il divanetto posteriore risulta essere di fatto per due persone, mentre il bagagliaio non è così grande come uno si aspetterebbe, soprattutto non disponendo della ruota di scorta.

La non elevatissima abitabilità è un po’ un limite secondario per un’auto modaiola, ma non bisogna trascurarlo del tutto visto le dimensioni esterne non proprio contenute. Di fatto l’auto in se è riuscita, soprattutto con la dotazione dei cerchi con spalla ridotta, meno nella versione provata che fa rimpiangere l’ottimo 6 marce Bmw con innesti precisi, corti e secchi. I difetti a questa versione, come del resto quelli dell’auto, saranno facilmente risolti con la prossima generazione del Suv anglotedesco come avviene ad ogni generazione Bmw, non a caso la prossima Countryman sarà realizzata sul nuovo pianale UKL Mini-Bmw che debutterà tra circa un anno sulla prossima Mini e a cui farà seguito un piccolo monovolume Bmw di segmento B.

Enzo Ceroni – Hainz 15/06/2012


«
»

Taggata come: , , , , , ,

11 Commenti

  1. Che tu sappia mini ha anche altri problemi oltre a quelli ben noti alla testata del 1.6 e a quelli da te sopra citati?

    • Quelli da me citati non sono problemi, l’auto va e anche bene, ma ci si aspetta qualcosa di più da una Mini….di fatto sconsiglio la versione automatica, ma posso aggiungere che le altre vanno molto bene.
      Sapevo di qualche problema alla testa del 1,6, ma considerate che da qualche tempo il motore 1,6 benzina Bmw-PSA Prince dispone del sistema Valvoletronic anche sulla versione turbo e cioé nelle versioni “Cooper S”. Questo sistema di alzata variabile delle valvole ridure le perdite di pompaggio andando a sostituire la valvola a farfalla nella gestione della potenza.

  2. Attenzione alla frizione, è difettosa sul modello con cambio manuale. è fortemente sconsigliata poiché bisogna cambiare frizione e volano ogni 20.000 circa. La spesa per quest’operazione costa circa 1700 euro.

  3. Mini countryman sd 76000 km 4 anni di vita cambio automatico perfetto interni in pelle perfetti plastiche interne ed esterne immacolate e la usiamo in due con due bimbi,solo 2 tagliandi ed un cambio pastiglie….manco 1 lampadina….posso dirmi pienamente soddisfatto….venivo da una Fiat e non pensavo esistessero auto cosi…a mio parere questo articolo andrebbe rivisto o aggiornato anche in internet non si riscontrano difetti di fabbricazione o malfunzionamenti cronici. Buona serata

    • Sono molto contento per te e per la tua Countryman, ma personalmente ho trovato l’auto rumorosa in autostrada e il cambio un pò lento e consumi abbastanza elevati, cose ben diverse dall’essere difetti lampanti.
      Sulla questione malfunzionamenti ho fatto dei riferimenti chiari in un commento ad un motore benzina Bmw-PSA, quindi non al tuo diesel Bmw (guarda anche dove ho lavorato….).
      Inoltre l’esperienza personale non può essere presa a modello per la qualità di un Marchio, prescindendo da ciò confermo ancora una volta che la Countryman non abbia difetti o malfunzionamenti cronici.

  4. ciao, ho da poco acquistato una Mini Countryman 2000 D automatica. L’auto è usata, da un’amica ma che aveva precedentemente acquistato l’auto d’importazione! è tutto regolare, credo i km siano corretti circa 59.000 e l’auto va bene e tutto sembra nuovo! Le mie ultime automobili, Volvo V40, Freeelander e Q3! Ora, per problemi di bilancio familiare, ho questa Mini. La domanda è questa e la rivolgo a te e a chiunque legga e che possiede una Mini: in curva, specie se in accelerazione, se il fondo stradale è sconnesso l’auto sembra perdere aderenza in modo eccessivo con conseguenti sotto e sovra sterzi!!! L’ho fatta controllare da un meccanico di cui mi fido e l’ha messa sul ponte, sembra essere tutto a posto, lui cambierebbe qualcosa di cui non ricordo il nome, dovrebbe smontare il telaio, insomma i pezzi non dovrebbero costare molto, la spesa non altissima ma specie se inutile vorrei tanto risparmiarmela!!!:))
    Sai dirmi se questo difetto è comune alle Mini, se è una mia impressione poiché le mie altre auto erano 4×4 e pure di un certo livello, o se può essere addirittura pericoloso visto che la guida anche mia moglie con figli>?
    grazie molte

    • Potrebbero essere i silent-block unito a gomme un pò vecchie e un pò dure (sono runflat), però veramente difficile se non la si prova! Inoltre in questi casi in curva acceleri? Se fossero i silent-block è qualcosa che si usura tendenzialmente di più su Mini perché è molto rigida e quindi tutte le “botte” delle sospensioni si scaricano su questi componenti.
      Sicuramente è da sistemare quanto prima.

      • ciao e scusa mi di nuovo per il disturbo…
        anche ieri tornando dal mare, in curva, accelerando ma anche andando alla stessa velocità…e passando sopra i giunti di alcuni viadotti, la sensazione di poter perdere il controllo a causa del sovrasterzo di ritorno causato dal terreno sconnesso mi ha molto intimorito. Sono preoccupato e il meccanico invece dei silent-block mi parla di tamponi…ho visto un video su youtube dove si mostra la sostituzione del silent-block…mi sembra di capire che questo è la parte in plastica mentre il meccanico mi vorrebbe sostituire il cilindro dentro cui questa parte in plastica si inserisce. Spero di essere stato sufficientemente chiaro e di essermi fatto capire. Il costo del mio meccanico pezzi inclusi si aggira sui € 350. Non è il prezzo che mi preoccupa, ovvero solo secondariamente o almeno non quanto il timore di non risolvere la questione. TU che hai provato molte mini, questa auto s’inserisce in curva senza sovrasterzi/sottosterzi in presenza di terreno sconnesso e in accelerazione e a velocità 80/120 KM? (ragionevoli)!!!
        grazie per il tuo tempo e pazienza

    • ho letto con attenzione il suo problema ho la medesima autovettura in questione e ho riscontrato gli stessi difetti da lei rimarcati, vorrei sapere come lei ha risolto il problema, LA MIA AUTOVETTURA HA 85000 KM, rimango in attesa di una sua risposta la saluto e la ringrazio LUIGI

      • solo oggi ricevo una comunicazione che m’informa del Suo commento, mi scuso per il ritardo con il quale rispondo, non ho risolto il problema! sono rimasto al commento che ha letto e al dubbio se eseguire oppure no il lavoro…Piuttosto se avesse sviluppo la Sua ricerca non manchi di farmi avere notizie!
        Grazie

Invia una Risposta