Archivio per Data gennaio, 2013

Motore Alfa 159 GTA: 3,2 turbo o 4,2 aspirato?

29/1/13 • 0 commenti • pubblicato da Enzo Ceroni

L’articolo del giugno 2006 nel quale sostenevo l’utilità di un motore V6 biturbo per la versione GTA della 159 in quanto il V8 ha un angolo di 90° tra le bancate che non permette di montarlo trasversalmente su 159 ma soprattutto perché i motori turbo e biturbo hanno enormi vantaggi in termini di coppia, potenza ma soprattutto reattività se dotati di turbine a geometria variabile come sulla Porsche 997 turbo.

Remake 500 anche con l’ibrido?

24/1/13 • 0 commenti • pubblicato da Enzo Ceroni

Nel giugno 2006, un anno prima della commercializzazione della 500, ero sicuro del suo successo, con la possibilità dell’utilizzo del bicilindrico pensavo che Fiat potesse lavorare ad un ibrido parallelo anche se lo ritenevo troppo costoso per il segmento. Prevedevo (cosa che sta succedendo) la diffusione dell’ibrido prima dalle auto a maggior valore e costo sia per il maggior riduzione di consumo che per l’aumento di comfort, oltre alla possibilità di realizzare un 4×4 ibrido.

Puntualizzazione sui nuovi cambi e motori

22/1/13 • 2 commenti • pubblicato da Enzo Ceroni

Era il 2006, la mia previsione sulla diffusione dei cambio a doppia frizione e sulla diffusione dei motori turbo con l’iniezione diretta, ma anche, come dimostrato dagli articoli presenti sulla rivista dell’ATA di gennaio/febbraio 2006 dell’importanza del downspeeding come dimostrato dal 4 cilindri benzina che è recentemente stato commercializzato (quindi anche con un ritardo per la problematica dell’abbinamento dell’iniezione diretta con il Valvetronic)

Ferrari ibride?

18/1/13 • 0 commenti • pubblicato da Enzo Ceroni

Nel gennaio 2011 anche Quattroruote pensava che l’erede della 612 Scaglietti fosse un’ibrida integrale, anche io pensavo e speravo che lo fosse, ma poi al salone di Ginevra la FF ha stupito tutti con un’innovativa ma alquanto particolare trazione integrale realizzata mantenendo la disposizione transaxle. Un peccato, ma anche un’opportunità di innovazione per la prossima generazione della FF di fare il balzo verso l’ibrido.

Spiegazione del pianale Hainz ideato partendo dal libro di Chirico

14/1/13 • 4 commenti • pubblicato da Enzo Ceroni

L’articolo di ottobre 2007 con la spiegazione tecnica del pianale Hainz ideato da me leggendo il libro di Chirico “L’Alfa e le sue auto” che potrebbe essere utilizzato sia per Alfa e Maserati, ma anche per Lancia se l’opzione della trazione anteriore/integrale si rilevasse valida.

Layout pianale Hainz dal libro di Chirico – L’importanza dell’America

09/1/13 • 0 commenti • pubblicato da Enzo Ceroni

L’America con i suoi volumi è assolutamente fondamentale per poter avere le economie di scala necessarie per il rilancio del gruppo Fiat e dell’Alfa nei segmenti più elevate e più remunerativi, con il pianale modulare Hainz a trazione posteriore/integrale con motore longitudinale dietro l’asse da utilizzare per Maserati, Alfa Romeo e per Lancia in versione anteriore/integrale stile Audi ci sarebbero molti vantaggi rispetto al pianale Premium di 159 o all’utilizzo di quello Maserati:

L’idea del layout Alfa dal libro di Chirico “L’Alfa e le sue auto”

07/1/13 • 1 commento • pubblicato da Enzo Ceroni

Il pianale Hainz deriva dalla lettura libro di Domenico Chirico “L’Alfa e le sue auto”: berline di segmento D ed E e relative derivazioni con trazione posteriore/integrale con motore longitudinale dietro l’asse anteriore, impossibile per Bmw che dispone di motori 6 cilindri in linea.

L’Uniair di Fiat

03/1/13 • Commenti disabilitati su L’Uniair di Fiat • pubblicato da Enzo Ceroni

L’articolo del giugno 2006 sull’importanza per Fiat di tenersi stretto il sistema della gestione delle valvole Uniair (succesivamente ribattezzato Multiair) dopo l’errore di aver svenduto il common rail a Bosch. Deve essere Fiat stessa a vendere non solo i sistemi, ma i motori completi attraverso FPT così da aumentare le economie di scala dei propri motori diesel e benzina. Uno dei motivi dell’utilizzo della base V6 Holden per il V6 Alfa della 159 sono i costi eccessivi per la produzione del V6 da soli, in modo particolare del basamento. Inoltre nel 2006 sembrava che fosse in sviluppo il V6 diesel Multiair Fiat da far produrre alla VM Motori il cui basamento era pensato anche per la realizzazione di un V6 benzina così da ottenere economie di scala.