Archivio per Data ottobre, 2012

Porsche 911 a trazione integrale

31/10/12 • 1 commento • pubblicato da Enzo Ceroni

La 911 per la sua conformazione sarebbe perfetta per la versione integrale ibrida, ciò permetterebbe di eliminare albero, ripartore centrale e differenziale anteriore e di montare due motori elettrici (non masse sospese) che possano muovere indipendentemente le ruote anteriori in modo da avere il torque vectoring.

Considerazioni finanziarie sul Piano Marchionne

29/10/12 • 5 commenti • pubblicato da Enzo Ceroni

Accanto alla figura di Marchionne servirebbe una persona appassionata di prodotto e preparata sul prodotto non solo dal punto di vista tecnico, ma anche esperto di marketing e di posizionamento e percezione dei brand e dei prodotti. Oltre a ciò Fiat è stata frettolosa in India e in Cina.

Mirafiori o non Mirafiori?

26/10/12 • 36 commenti • pubblicato da Enzo Ceroni

Sebbene Fiat abbia bollato gli articoli comparsi sulla stampa come illazioni forse un fondo di verità c’è, anche perché il Suv Jeep del segmento B e l’eventuale Cuv 500X di Fiat potrebbero raggiungere la 500L in Serbia, mentre la Topolino essere eventualmente realizzata nell’impianto Polacco di Tychy della 500 con la cui condividerebbe la piattaforma. A salvare Mirafiori potrebbero però esserci la saturazione degli impianti americani Chrysler, la possibilità del plant-sharing e il cambio favorevole per le esportazioni con il dollaro.

Considerazioni sul Piano Marchionne per gli altri marchi

24/10/12 • 2 commenti • pubblicato da Enzo Ceroni

Per fortuna nel Piano Marchionne del maggio 2010 Marchionne ha scelto di non relegate il marchio Lancia ai soli mercati di Italia, Francia e Belgio, purtroppo però ha deciso di integrarlo con Chrysler vendendo le auto americane in Europa con in badge Lancia, un’operazione che non ha molto senso visto che le Chrysler sono l’essenza del made in Usa. Per Alfa, invece, riponevo ancora i dubbi e i possibili ritardi che purtroppo si sono materializzati e ribadisco l’assenza di un’ammiraglia Alfa che poteva essere il segmento E Maserati (che invece poteva sempre entrare nel segmento E, ma in modo differente).

Considerazioni sul Piano Marchionne per Fiat

22/10/12 • 17 commenti • pubblicato da Enzo Ceroni

Le considerazioni del maggio 2010 sul “Piano Marchionne” appena presentato per il marchio Fiat: sì alla versione Fiat del Jourey (che poi riscuoterà un ottimo successo), ma anche sì ad una versione più capiente della 500 (allungando passo e al posteriore come nell’interpretazione di Castagna della foto)

Perché non fare una nuova Multipla?

19/10/12 • 24 commenti • pubblicato da Enzo Ceroni

500L e la futura 500L tentano di recuperare l’eredità dell’apprezzata quanto poco avvenente Fiat Multipla, ma tale eredità potrebbe essere raccolta da un monovolume medio da posizionarsi tra 500XL e Freemont sul pianale C-US-Wide debitamente allargato per ospitare le ormai famose due file da tre sedili. Quest’auto avrebbe mercato non solo in Europa e in Italia, ma anche in America con marchio Fiat o Dodge al quale si potrebbe aggiungere anche una berlina.

La gestione Fiat dei premium brand

18/10/12 • 1 commento • pubblicato da Enzo Ceroni

L’articolo del luglio 2009 sulle opportunità di economie di scala dei premium brand italici grazie all’accordo con Chrysler, in special modo Alfa è stata massacrata senza portare prodotti, mentre Lancia ha avuto prodotti non attinenti al brand.

Perdonate il ritardo, ma ero in ospedale

18/10/12 • 14 commenti • pubblicato da Enzo Ceroni

Perdonate il ritardo nelle pubblicazioni, ma ero in ospedale! La programmazione delle ripubblicazioni continuerà domani ed eccezionalmente nel weekend, mentre la classica new entry del venerdì rimarrà invariata!

Perché Volkswagen non ha comprato Volvo?

12/10/12 • 3 commenti • pubblicato da Enzo Ceroni

Oltre a Bmw Volvo sarebbe potuta essere molto interessante per Volkswagen così da avere ulteriori economie di scala e in modo che il marchio scandinavo non cadesse in mani nemiche come Fiat, ma anche Geely.

Fiat+Chrysler=Fiat

10/10/12 • 2 commenti • pubblicato da Enzo Ceroni

L’articolo del marzo 2010 sull’acqusizione di Chrysler non ha portato ad un reale aumento dell’offerta di Fiat con la saturazione degli impianti produttivi Fiat e ad un miglioramento della gamma, ma solo ad un’integrazione delle gamme tra le due sponde senza intervenire per Alfa Romeo e utilizzando le Chrysler per offrire l’alternativa Lancia, mentre in realtà si poteva effettuare un buon rebadging.